Annunci per gli autisti

Roberto, 54. Autista NCC. Incontra persone da tutto il mondo grazie al suo lavoro.

26 giugno 2019 / Italia

“Prima di collaborare come driver con Uber ero un NCC come tanti, prima ancora ho lavorato per anni in tv al programma di Maurizio Seymandi: SuperClassifica Show, ve lo ricordate?

L’ho fatto per 22 anni, ho girato il mondo, mi sono divertito, ma tutte le cose finiscono: spero non finisca anche questa. Da tre anni lavoro solo con Uber e spero di continuare, perché non c’è più alternativa.

Io di questo lavoro sono contento, ne vado fiero, e vedo che anche la gente è contenta, sono orgoglioso della mia città, un po’ meno orgoglioso di quello che sta succedendo con i tassisti. Vorrei che in strada ci aiutassimo a vicenda invece sento tensione, non mi sento a mio agio a lavorare così. Abbiamo sempre mangiato tutti con questo lavoro.

A quanto pare invece in futuro potrebbe esserci impedito di lavorare e io non riesco a capacitarmi di questa cosa, che si finisca tutti a casa. Nel mio piccolo cercherò di lottare per fare in modo che si possa continuare.

È assurdo togliere il lavoro a noi e togliere un servizio che funziona ai clienti, a tutti quelli che sono abituati a muoversi con noi: e si va dalla famiglia saudita ricchissima al ragazzo disabile che accompagno in ospedale, c’è di tutto. Un mondo che senza questo lavoro non avrei mai incontrato”.

LEGGI LE ALTRE STORIE >