Passa al contenuto principale

Diversità e inclusione

At Uber, our mission is to ignite opportunity by setting the world in motion. We see direct parallels between how we ignite opportunity through our company and how we ignite it within our company. But we also know that a solely data-driven approach will never be sufficient, because D&I is more than a box to check or a target to hit. The numbers matter, but they’re only a starting point; a commitment to diversity and inclusion has to run much deeper. That’s why we’ve set an audacious goal: to make Uber the most diverse, equitable, and inclusive workplace on the planet. And we’re not just setting high expectations for our own good. We’re aiming sky-high because we know from experience that reducing and eliminating inequity is hard to do if all you shoot for is incremental change.

Impatto sociale

Nel 2018 Uber ha sostenuto nuovi ed entusiasmanti programmi e stretto diverse collaborazioni in tutto il mondo per affrontare le diseguaglianze e avere un impatto sociale duraturo oltre le attività aziendali.

Ad esempio, nella città in cui Uber è nata, San Francisco, collaboriamo con per organizzare degli Open Labs settimanali in cui i nostri ingegneri incontrano giovani tra 16 e 24 anni e gli danno consigli, rispondono a domande sulla programmazione e sullo sviluppo del software, nonché offrono l'esperienza diretta di una carriera in ambito tecnologico che altrimenti non avrebbero mai preso in considerazione. Nel 2015 abbiamo fissato, e ampiamente superato, l'obiettivo di offrire 10.000 opportunità per diventare autista partner nel South side e West side di Chicago. Inoltre, ci impegniamo costantemente in opere di beneficienza, assistenza alla comunità e campagne per la sanità pubblica da Hong Kong al Sudafrica, dalla Florida al Colorado.

Forniamo anche supporto alle comunità nei momenti di bisogno. L'anno scorso, Uber ha creato un fondo di soccorso in caso di calamità per fornire corse gratuite, cibo e altre forme di aiuto alle persone colpite da uragani, incendi e altri disastri naturali, nonché assistenza ai soccorritori. Nel 2018, durante la settimana dell’iniziativa umanitaria #UberInTheCommunity, abbiamo consentito a più di 3400 dipendenti in oltre 100 città di fare volontariato presso più di 315 eventi, con un aumento del 150% negli eventi, del 55% nella partecipazione dei dipendenti e dell'85% nell'adesione da parte delle città rispetto alla prima edizione del 2017.

Creare opportunità

Dai nostri uffici ai nostri autisti partner in tutto il mondo, la diversità è uno dei nostri punti di forza. Ecco perché facciamo tutto il possibile per aumentare l’inclusività della nostra ricerca di talenti, creare una cultura globale che valorizza le differenze e fornire a ciascun dipendente e autista partner le risorse e il supporto di cui ha bisogno per crescere e avere successo.

Per assicurarci che la nostra dirigenza di alto livello consideri questo ambito così importante, abbiamo incluso il progresso rispetto a obiettivi di diversità e inclusività misurabili tra le metriche per valutare le prestazioni lavorative e determinare il compenso dei dirigenti. Attraverso la nostra esclusiva e innovativa collaborazione con Harvard Business School Online, offriamo una formazione avanzata ai leader di oggi e domani, che si concentra specificamente sul rapporto tra cultura, leadership e inclusione. Per tutto il 2019, svolgeremo sperimentazioni per programmi di sponsorizzazione, mentoring e coaching per i dipendenti di ogni livello, con l'obiettivo finale di implementarli su larga scala, in tutta l'azienda e a livello globale.

Inoltre abbiamo preso un impegno pubblico e convinto per promuovere l'uguaglianza di genere sottoscrivendo il California Pay Equity Pledge. Nel 2018 abbiamo registrato buoni progressi in questo senso e siamo entusiasti di continuare su questa strada.

Cultura e appartenenza

Creare il luogo di lavoro il più eterogeneo e inclusivo possibile al mondo non sarà possibile se ci accontentiamo di piccoli cambiamenti incrementali. Realizzare l'ambiziosa visione di Uber richiede azioni coraggiose corrispondenti, iniziando da una radicale trasformazione del modo in cui Uber opera come azienda. Per noi, questo processo è iniziato con la fondamentale trasformazione della nostra cultura.

Tramite un sondaggio globale sull'identità personale, abbiamo chiesto ai dipendenti Uber in tutto il mondo di condividere volontariamente informazioni dettagliate sulla loro individualità, per poter riconoscere e supportare al meglio i diversi gruppi già rappresentati nella nostra forza lavoro. Per lo stesso motivo, abbiamo creato le Linee guida sulla transizione di genere per i dipendenti transgender, di genere non binario e non conforme che stanno pianificando o hanno intrapreso una transizione di genere.

L'anno prossimo, intendiamo accelerare queste e altre iniziative e continuare a investire sul nostro personale e sulla cultura aziendale. Che si tratti di espandere i nostri 12 Employee Resource Group (che al momento includono oltre un terzo della forza lavoro globale di Uber) o di estendere la policy di maternità/paternità a tutti i genitori, a prescindere dal genere e dal proprio ruolo di assistenza, sia per i dipendenti salariati sia a ore, non ci fermeremo finché Uber sarà un luogo di lavoro in cui tutti sono incoraggiati e hanno gli strumenti per avere successo.

Able at Uber

Community Uber per familiari assistenti e dipendenti che convivono con la disabilità

Asian at Uber

Community asiatica di Uber

Equal at Uber

Community Uber per l’inclusione socio-economica

Black at Uber

Community Uber per dipendenti e collaboratori di colore

Immigrants at Uber

Community Uber per gli immigrati

Women at Uber

Community Uber per le donne

Los Ubers

Community Uber per dipendenti e collaboratori latinoamericani'

Interfaith at Uber

Community Uber per persone con diverse fedi religiose, spirituali e culturali

Parents at Uber

Community Uber per genitori e familiari assistenti

Pride at Uber

Community Uber per la diversità e l’inclusione di LGBTQ+

Sages at Uber

Uber's community for employees of all generations

Veterans at Uber

Community Uber per veterani e familiari assistenti

Integrazione sistemica

Alcune delle attività più importanti in ambito diversità e inclusività avvengono dietro le quinte, nella progettazione e implementazione dei sistemi delle risorse umane. Ecco perché abbiamo rafforzato e potenziato la formazione dei responsabili delle assunzioni in Uber per insegnargli a svolgere colloqui inclusivi. Inoltre i nostri dirigenti si sono impegnati a garantire una selezione attenta alle differenze in tutte le assunzioni per ruoli manageriali. Stiamo sperimentando l'implementazione di parametri ispirati alla Regola di Rooney per le assunzioni di livello medio, con l'obiettivo di estenderli in futuro a tutte le posizioni.

Attraverso i team Talent and Career Management, Uber continua a rivedere, ripensare e integrare un atteggiamento di inclusione in tutti i sistemi e i programmi che hanno un maggiore impatto sul modo in cui i dipendenti crescono e hanno successo. Abbiamo capito che i programmi di sponsorizzazione sono particolarmente efficaci per aiutarci a identificare e coltivare un bacino ricco, eterogeneo e sostenibile per reclutare nuovi talenti.

È cruciale assicurarsi che la proposta di valore dei dipendenti Uber soddisfi le esigenze di una forza lavoro sempre più diversificata. Ad esempio, offriamo una copertura completa per il supporto di salute mentale ai colleghi e ai loro famigliari tramite il nostro partner Lyra e supportiamo i dipendenti in tutte le fasi della genitorialità tramite Progyny. Continuiamo a chiederci: di che cosa hanno bisogno i dipendenti Uber per avere sicurezza e salute?

Leadership aziendale

In tutto il mondo, Uber coglie opportunità per agire come catalizzatore del cambiamento in una vasta gamma di questioni che interessano quasi tutte le comunità in cui operiamo. L'anno scorso, abbiamo collaborato con Polaris, un gruppo no profit che gestisce la National Human Trafficking Hotline, durante il mese della sensibilizzazione al problema della tratta degli esseri umani, per aiutare a educare il pubblico su questo problema diffuso.

Negli Stati Uniti, facciamo parte di un gruppo in crescita di aziende e policy maker impegnati a dare alle persone una seconda chance e non chiediamo mai ai potenziali nuovi assunti se hanno precedenti penali. A livello statale, abbiamo allineato la nostra procedura di controllo degli autisti partner con le riforme statali che hanno riclassificato alcuni reati minori come infrazioni anziché crimini.

A livello nazionale, Uber fa parte di Coalition for the American Dream, un gruppo di sostegno che lotta per prevenire la deportazione di persone nate degli USA da genitori immigrati irregolari. Ci siamo uniti alla Human Rights Campaign’s Business Coalition for the Equality Act, un'alleanza tra imprese leader mondiali che supporta una protezione federale forte sul luogo di lavoro per i membri della comunità LGBTQ+. Lo scorso autunno, Uber e 20 imprese partner si sono unite per lanciare la Step Up Declaration in occasione del Global Climate Action Summit, perché il cambiamento climatico è una minaccia reale e imminente e Uber vuole impegnarsi a costruire un futuro più verde e sostenibile.

"In Uber, celebriamo le differenze e ci impegniamo a costruire una cultura in cui tutti si sentano accolti, supportati e stimolati. Per aiutare Uber a raggiungere il massimo potenziale, la diversità e l'inclusione devono essere al centro di tutto ciò che facciamo."

Dara Khosrowshahi, Chief Executive Officer, Uber

"Promuovere la diversità e l’inclusione non significa solo ripensare un singolo sistema o processo, ma anche offrire alle persone reali opportunità di sviluppo per trasformare i comportamenti e gli atteggiamenti quotidiani. Con gli interventi giusti, i team ricchi di diversità possono diventare la nostra risorsa più importante, perché sono loro la vera forza dell’innovazione."

Bo Young Lee, Chief Diversity and Inclusion Officer, Uber

La rappresentazione della nostra forza lavoro

Dall'ultimo rapporto sulla diversità, Uber ha registrato una notevole crescita nel numero complessivo di collaboratori. Nella nostra continua crescita, non smettiamo di prestare attenzione ai processi con cui assumiamo nuovo personale e al modo di aiutare i dipendenti ad avere successo.

Ecco alcuni dati degni di nota sui cambiamenti della rappresentanza complessiva negli anni (dal 2018 al 2019):

La rappresentanza femminile è cresciuta del 42,3%. Questo aumento è visibile soprattutto nell'ambito tecnico (in cui il numero di donne è cresciuto del 47,9%) e nella direzione tecnica (35,3%).

L'area geografica che ha registrato l'aumento maggiore nel numero di dipendenti donne è l'America Latina, con una crescita dell'88,3%.

Negli USA, la rappresentanza nera/afroamericana e ispanica/latina è aumentata rispettivamente del 44,5% e 73,5% dal 2018. Questa crescita è particolarmente evidente nell'ambito tecnico (rispettivamente, +65,0% e 74,3%).

Oltre all'aumento del numero complessivo di dipendenti, abbiamo incrementato la percentuale di donne, asiatici, neri/afroamericani e ispanici/latini nella nostra forza lavoro. Qui sotto è riportata un'analisi più approfondita della rappresentanza nella forza lavoro per gli ultimi 2 anni.¹

Rappresentanza globale per genere ed etnia

Dal 2018 al 2019, la percentuale complessiva di donne in tutti i reparti è aumentata in tutto il mondo (+2,9 punti percentuali). Analogamente, la proporzione di donne è cresciuta nella maggior parte delle aree geografiche (con percentuali variabili tra +0,2 e +4,0), mantenendosi costante in Europa, Medio Oriente e Africa. Negli USA, la percentuale di dipendenti appartenenti a minoranze è complessivamente aumentata (+1,2% per i dipendenti neri/afroamericani e 2,2% per gli ispanici/latini), soprattutto nel reparto Tecnico e Assistenza.

Rappresentanza globale per genere

%Uomini%Donne

Rappresentanza per razza ed etnia in USA²

%White
%Asian
%Black or African American
%Hispanic or Latinx
%Multiracial
%Native Hawaiian or Other Pacific Islander
%American Indian or Alaska Native

Genere per area geografica

%Uomini%Donne

La nostra dirigenza

Nei ruoli dirigenziali nei diversi reparti, la rappresentanza femminile è cresciuta a livello globale (+7,1 punti percentuali), soprattutto nei reparti non tecnici (+12,5 punti percentuali). Nell'ultimo anno, abbiamo registrato progressi significativi nell'accrescere la diversità nella nostra leadership, ma i dati indicano che è ancora necessario puntare sull'assunzione di donne (-1,8 punti percentuali), neri/afroamericani (da 0% a 0,8%) e ispanici/latini (anche in questo caso, da 0% a 0,8%) in ruoli dirigenziali di ambito tecnico. ⁴

Un punto di vista intersezionale della nostra forza lavoro USA

Quest'anno, abbiamo iniziato a osservare più attentamente i dati sulla forza lavoro adottando un punto di vista intersezionale. Considerando l'intersezione di razza/etnia e genere (negli USA), siamo in grado di fare osservazioni più profonde e significative delle tendenze chiave e, in questo modo, di intraprendere strategie più inclusive e di maggiore impatto per continuare a colmare il divario e migliorare la nostra cultura aziendale.

Conclusioni

Non importa se siamo al lavoro, alla guida o a casa, tutti dovremmo sentirci liberi di essere noi stessi in modo autentico. Nell'ultimo anno, abbiamo incentivato cambiamenti in positivo nel mondo intorno a noi e continuato a impegnarci per essere l'azienda diversificata e interconnessa che aspiriamo a diventare. Abbiamo fatto molti progressi, ma restano ancora molti obiettivi da raggiungere. Non ci fermeremo finché la diversità e l'inclusione non saranno integrati al cuore di tutte le nostre attività.

Bo Young Lee, Chief Diversity and Inclusion Officer, Uber

¹I dati sono aggiornati a marzo 2018 e marzo 2019.

²Il totale delle percentuali di razze ed etnie potrebbe non corrispondere al 100% a causa degli arrotondamenti.

³Il reparto Assistenza include una distinzione tra dipendenti di livello 1 e livello 2, tra cui rappresentanti di assistenza delle community, esperti presso i nostri Centri di Assistenza Partner, specialisti di Xchange Leasing, specialisti delle operazioni di canalizzazione e operatori autonomi.

⁴Per dirigenza si intendono i direttori e i ruoli superiori.